News

Milanesi beffati da McDonald’s

“Non è tutto oro quello che luccica”.. questo proverbio bene si addice alla vicenda che ha colpito i Milanesi in questi giorni per mano del re degli Hamburger Ronald McDonald.

Una mossa di marketing travestita da esperimento sociale, il tutto per lanciare sul mercato 2 nuovi panini della famosa catena di fast-food.

Nell’ultimo periodo, soprattutto nelle grandi metropoli, sono molto in voga i piccoli locali dove come specialità vengono serviti gli hamburger gourmet. Lo stile di questi locali nulla a che vedere con i commerciali fast-food: il pane è di farine poco raffinate, la maionese è aromatizzata, i piatti sono particolari e i prodotti sono a chilometro a zero e molti altri dettagli che fanno la differenza, secondo “molti”. Questi locali vengono denominati hamburgerie, locali dove il gusto rustico del classico panino incontra l’innovazione, la raffinatezza in un contesto casual.

Ma davvero questi locali si differenziano così tanto per qualità da classici fast-food? È quello che ha voluto dimostrare il magnate Ronald McDonald, uno che di panini ed hamburger se ne intende e sui quali ha costruito un impero senza eguali.

Il finto hamburger gourmet di McDonald a Milano

A Milano le hamburgerie spuntano come funghi, è diventata una moda dilagante: ogni mese per non dire ogni settimana vengono aperti nuovi locali dove l’hamburger gourmet è il protagonista indiscusso. Uno davvero singolare ha aperto i battenti il 9 aprile con il nome “Single Burger”.

“Single Burger” è stato spacciato ai milanesi come il nuovo locale, la nuova impresa di 2 chef blasonati molto conosciuti Maurizio Rosazza Prin e Andrea Marconetti, 2 ex concorrenti di Masterchef.

In realtà i 2 chef erano complici del vero proprietario del nuovo locale, un certo sconosciuto Ronald McDonald. Il nuovo locale trendy in realtà altro non era che un nuovo punto vendita della famosa catena MCDonald’s.

Tale catena incontra da diverso tempo pareri differenti e discordanti pareri sulla qualità dei loro panini che vengono considerati inferiori per qualità e gusto a quelli serviti in queste modaiole hamburgerie.

Al locale è stato dato uno stile completamente diverso:  quelli che gli ignari commensali di “Single Burger” credevano hamburger gourmet serviti su tavolette di ardesia, accompagnati da rustici vasettini in vetro per le salse aromatizzate in realtà altro non erano che due nuovi panini ideati da McDonald’s .  Gli chef hanno ricevuto elogi e complimenti per i piatti serviti. A metà serata è stata svelata la verità: al posto dell’insegna “Single Burger” è comparsa la famosa scritta gialla di McDonald’s tra gli sguardi increduli dei clienti e un filmato dove venivano presentati i 2 nuovi panini della catena, gli stessi appena gustati da loro.

Della serie che veramente.. non è tutto oro quello che luccica!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *