Professioni

Computer portatili: quali sono le marche migliori?

I Pc portatili sono ormai diventati uno strumento di lavoro e svago fondamentale, più dei Pc da scrivania, grazie alla loro versatilità che ormai non limita più le prestazioni. Ogni Pc ha le sue caratteristiche specifiche che devono soddisfare le esigenze dell’utilizzatore ma prima di guardare i prodotti bisogna sceglierne la marca. Il brand infatti influenza molti aspetti nei computer portatili, cioè prezzo, design, qualità dei componenti, programmi preinstallati e cosa non meno importante il servizio clienti, quantomai diverso da marchio a marchio. Per scegliere nel dettaglio ci sono numerosi siti come s-m-webblog.com.

Anzitutto ci sono brand che eccellono nelle prestazioni e nella qualità, si tratta di Apple, Dell e Asus. Apple produce indiscutibilmente articoli di grande qualità. Se volete un Pc che non accenni assolutamente a bloccarsi la linea Mac fa per voi, oltre a questo grande potenza, molti programmi a marchio Apple già presenti e l’eleganza nelle linee che da sempre caratterizzano questo marchio. Il servizio clienti è preparato e veloce nel risolvere i problemi, tra i migliori al mondo, ma probabilmente non deve nemmeno essere contattato vista la semplicità di utilizzo dei Macbook. Un unico svantaggio ma non da poco, tutta questa qualità ha un prezzo estremamente alto, al di sopra della media tanto forse da non essere poi così conveniente in rapporto alla qualità. Dell ha una fama a livello mondiale senza paragoni, specialmente nei computer portatili che sono utilizzatissimo nel mondo del lavoro per la loro affidabilità e professionalità relativamente a buon mercato. I prezzi sono competitivi e la qualità pure, anche se non eccelle. Il servizio clienti è un po’ vago e disorganizzato ma in fondo dimostra grande onestà, spesso arriva addirittura a rimborsare il costo dei resi.
Asus ha una gamma di computer portatili davvero per tutti, non ha senso di parlare di vantaggi o svantaggi perché copre qualsiasi richiesta e settore di mercato. Dagli ultrasotilli ai pc da gaming, dai super economici ai costosissimi top di gamma. Il servizio clienti è una pecca e fatica ad essere utile in caso di reso.

Per ottenere un prodotto discreto senza spendere troppo si può puntare su HP, Samsung o Acer. HP è un marchio storico che offre soprattutto solidità, pc davvero resistenti, il che in un portatile può fare la differenza. I componenti sono discretamente prestanti e le opzioni di acquisto soddisfano tutti, anche per il prezzo contenuto. Un servizio clienti rodato che conosce i propri prodotti e risolve i problemi in modo celere. Samsung forse non eccelle nel rapporto qualità prezzo, probabilmente neppure nella qualità che al di là di componenti realizzate professionalmente non offre nulla di speciale. Il settore laptop non è curato dall’azienda che d’altronde non pretende prezzi da top di gamma, il supporto tecnico è molto buono, deriva dagli altri settori in cui Samung è leader. Acer lavora bene sul rapporto qualità prezzo ma i prodotti restano “noiosi”, adatti a chi non ha troppe pretese, magari come Pc da ufficio.

Prezzi bassi e qualità discreta per Toshiba e Lenovo, brand che devono ancora emergere. Toshiba forse è un po’ deludente, non è appena arrivata sul mercato e ancora produce in bassa qualità ma il prezzo potrebbe attirare qualcuno. Lenovo è ancora poco conosciuta ma produce il perfetto laptop per il business, nessuna caratteristica al massimo ma tanta resistenza e affidabilità. Prestazioni più che sufficienti per lavorare con fluidità.

Per il gaming c’è una marca a parte che fa concorrenza ai top di Asus, si tratta di MSI. Computer portatili potenti, schede grafiche ad altissima definizione, prestazioni eccezionali ma il tutto ad un prezzo inaccessibile. L’estremo orientamento verso il gioco li rende un prodotto di nicchie, lontanissimo dall’utilizzatore medio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *